Mi piacciono da morire le cene informali, senza il canonico primo e secondo che fa tanto “pranzo della domenica in famiglia italiana”.

Mi piace impastare pane e focacce e accompagnarli con tante cose ben disposte sui taglieri, da accostare a piacimento: affettati, formaggi e frutta secca, verdure fresche e salse per intingerle, frutta e olive condite, un piacere per gli occhi e per il palato.

Mi piace perché mi sembra una festa che può accontentare in una sola tavola imbandita i gusti di tutti: mi piace sia per le cene con amici, sia per un brunch della festa!

Per me, che amo impastare e provare sempre pani nuovi e speciali, non c’è niente di più bello che cercare e scoprire nuove ricette, che accompagnino al meglio il momento.

Ieri, complice un bel pezzo di salame ungherese da affettare, che mi sono ritrovata a casa, ho pensato di preparare una di quelle cene un po’ festose e ho voluto accompagnare l’affettato affumicato con dei buonissimi bretzel.

Questa è una ricetta che faccio da un po’ di tempo e che trovo fantastica, perché mi permette di evitare la bollitura dei bretzel prima di passare in forno e mi regala dei pani davvero saporiti e speciali, perfetti da gustare ancora caldi.

La ricetta è presa dal blog di Un’americana in cucina e sono di Philadelphia (vi rimando al suo blog per il suo racconto).

Sono davvero semplicissimi e si potranno sfornare degli ottimi bretzel in circa 3 ore.

Provateli perché sono davvero una festa!


Bretzel o Pretzels morbidi di Philadelphia

600 g di farina (io farina 1 – Petra 3)
1 bustina di lievito secco attivo (7 g)
2 cucchiaini di sale
1 cucchiaio di miele
180 ml di latte
180 ml di acqua
2 cucchiaini di bicarbonato di sodio, sciolti dentro una tazza d’acqua calda

50 g di burro fuso
fior di sale per la guarnizione

Nel Bimby, ho mescolato la farina, il lievito e i due cucchiaini di sale, ma si potrà lavorare il tutto anche in una ciotola, a mano. 
Ho aggiunto il miele e il latte e ho continuato ad impastare, aggiungendo l’acqua un poco alla volta, fino a formare una palla di impasto.
Ho tolto l’impasto dal Bimby e l’ho messo su un piano spolverato di farina e lavorandolo finché non è diventato liscio ed elastico.
Ho formato una palla, che messo in una ciotola a lievitare, coperta con una pellicola per circa un’ora.

Quando l’impasto ha terminato la lievitazione, ho suddiviso in pezzi da circa 50/55 g ciascuno e li ho rimessi nella ciotola coperti, perché non seccassero.
Uno alla volta ho tirato a bastoncino ciascun pezzetto e ho formato il bretzel.

Vi metto un disegno trovato in rete, per meglio capire i passaggi.


Quando ho finito di formare tutti i bretzel li ho messi su di una teglia ricoperta da carta forno, ho messo la teglia nel forno spento con un pentolino di acqua calda sul fondo e ho fatto lievitare di nuovo.

Dopo circa 40/50 minuti li ho tolti dal forno, che ho acceso e portato a 190°C. 

Ho spennellato i bretzel con la miscela di bicarbonato ed acqua tiepida e, appena il forno è stato caldo, li ho infornati per circa 12-15 minuti.

Appena sfornati li ho spennellateli con il burro fuso e li ho guarniti con il fior di sale a piacere. Li ho serviti con senape di Digione, carote a bastoncino, salame ungherese e olive all’ascolana…ah e una birra fresca: sono spariti!

Iscriviti alla nostra newsletter
Inserisci i tuoi dati nei campi qui sotto.

A cosa stai pensando?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Previous
Ciambelline bigusto
Bretzel caldi?